RUNCARD

Sojasun Verdi Marathon, domenica 24 febbraio si corre sull’aria del Nabucco



Il 24 febbraio è in programma la 22° edizione della Sojasun Verdi Marathon, la classica maratona d’inverno che coinvolge cinque importanti Comuni della provincia di Parma: Salsomaggiore, Fidenza, Fontanellato, Soragna e Busseto.

La storia della Verdi Marathon è fatta dalla vittoria nella prima edizione dall’allora  fresco campione olimpico Gelindo Bordin,  da Giorgio Calcaterra che assieme ad Antonio Armuzzi vanta il primato di ben cinque vittorie sul traguardo di Busseto, dalla campionessa europea Maria Guida che proprio sul percorso emiliano aveva fatto il suo esordio nella lunga distanza dei 42,195 km, fino  ad un altro campione olimpico Stefano Baldini vincitore nel 2006 della Mezza sul traguardo dei 21 km di Fontanellato. Per la cronaca il record della corsa è detenuto da Francesco Bennici con 2 ore 14’59” mentre al femminile la primatista è Ilaria Bianchi che corse in 2 ore 37’43”.

Anche quest’anno l’evento con le sue quattro gare in contemporanea vedrà la partenza simultanea dal Viale Matteotti di Salsomaggiore, dove alle 9.30 si daranno appuntamento gli oltre 2000 “runners” provenienti da ogni parte d’Italia ed anche dall’estero.

Si correrà nel nome di Giuseppe Verdi, sull’aria del Nabucco che è l’opera prescelta per accompagnare con le sue melodie la fatica dei maratoneti; e’ questa la novità voluta dagli amici di Parmamarathon che da quest’anno ricorderà il Cigno di Busseto abbinando alla maratona un’opera da lui composta. Il tracciato è come sempre velocissimo, gli atleti appena usciti dalla Città delle Terme si dirigeranno sull’ex statale 359 per scendere in costante e leggera discesa fino a Fidenza dove è posizionato il traguardo dei 10 km.

Dal Borgo S.Donnino seguendo un percorso direttissimo lungo la ferrovia raggiungeranno Parola e si avvieranno verso Fontanellato, dove a fianco del fossato della Rocca è posto l’arrivo della Mezza Maratona. La corsa proseguirà in direzione di Soragna dove il Principe Diofebo Meli Lupi aprirà appositamente la sua splendida magione per accogliere il passaggio dei maratoneti all’interno della Rocca, un momento unico e magico che nessuna corsa è in grado di offrire.

Coloro che proseguiranno con l’obiettivo di completare i 42 km si inoltreranno tra le cascine ed i sentieri della campagna circostante, sino a raggiungere Roncole Verdi, passando poi per Madonna dei Prati e Spigarolo sino a concludere la fatica nella piazza di Busseto, sotto lo sguardo del Maestro Verdi seduto quasi intento ad accogliere i coraggiosi al termine della Maratona.

Ancora una volta il 24 febbraio prossimo tutto territorio coinvolto vivrà sull’aria del Và Pensiero una grande festa popolare che si rinnova da 22 anni.

ISCRIZIONI

PERCORSO