RUNCARD

Run, run, run #1!



Runcard vi ha già suggerito un paio di playlists per stimolare e accompagnare il vostro allenamento, in periodi particolari dell’anno.

Vi proponiamo oggi una nuova compilation, che sarà implementata in futuro, che ci auguriamo possa essere un valido sottofondo durante le vostre sedute di allenamento.

Il tema della raccolta?

Tutte le canzoni che vi proponiamo hanno la parola RUN nel titolo.

Cominciamo con la canzone probabilmente più nota che contiene il verbo “correre”: Born to run di Bruce Springsteen, contenuta nell’album omonimo, che compie quest’anno 42 anni.

Risale invece agli anni 80 un’altra bella e incisiva canzone rock: Run to you di Bryan Adams, che grazie a questa e gli altri singoli dell’album Reckless ha fatto del cantante canadese una star mondiale.

Stessa epoca e stesso status di rockstar per Bon Jovi: la band americana ebbe uno dei suoi primi successi con la canzone Runaway.

Erano sempre gli anni ’80 e il loro rock FM riempiva le radio americane: i Journey con Keep on running, come fecero del resto qualche anno più tardi i Soul Asylum con Runaway train.

Passiamo a sonorità heavy con gli Iron Maiden, con una canzone che è tutto un programma:  The Loneliness of the Long Distance Runner (La solitudine del corridore delle lunghe distanze).

Se riuscite a non esagerare con il cosiddetto headbanging mentre correte ecco anche Running wild degli Airbourne ( cover dei Judas Priest).

Rock robusto anche con i Van Halen e Running with the Devil.

Rallentiamo un po’ il ritmo con le atmosfere degli Eagles e la loro The long run, e Run baby run di Sheryl Crow.

Stesso titolo ma ritmo accelerato per Run Baby Run dei Garbage.

E concludiamo con Kate Bush che ci incita a”correre lungo quella strada e a correre su per quella collina” – Running up the hill.