RUNCARD

Omaggio alle vittime del Ponte Morandi, la Maratona a Genova allunga a 43 chilometri



Dopo 14 anni la maratona di Genova è tornata con una nuova edizione, allungando il percorso da 42 km e 195 metri a 43 chilometri in ricordo delle vittime del crollo di ponte Morandi, dove è stato fissato un traguardo simbolico. È stata Rita Giancristofaro, ferita a seguito del crollo del viadotto, a dare lo sparo alla partenza della Genova City Marathon.

La Genova City Marathon 2018 è partita da Palazzo San Giorgio, sede dell’autorità portuale, per arrivare a Boccadasse, il borgo di pescatori devastato dalla mareggiata del 29 ottobre scorso, passando anche per la centralissima via XX Settembre. Poi il giro di boa verso il Ponente, correndo anche sulla Sopraelevata fino a via Fillak, a pochi metri dal ponte crollato lo scorso 14 agosto, per poi tornare al Porto Antico.

Il primo a tagliare il traguardo della maratona di Genova è stato Mohamed Riti, già vincitore dell’ultima mezza maratona di Genova. Ha vinto con il tempo di 2:31:54. Oltre 1.500 runner hanno partecipato questa mattina alla grande corsa, che nel capoluogo ligure mancava da 14 anni .

La maratona è iniziata intorno alle 8.30 dal porto antico con percorso di 43 chilometri dedicato alle 43 vittime del crollo del Ponte Morandi. Per la gara da 11 chilometri non competitiva, soprannominata Fantozzi Run, gli iscritti sono stati 480.