RUNCARD

La valutazione posturale nel runner



È ormai noto come la postura abbia un ruolo fondamentale nella vita quotidiana e nelle attività sportive. Spesso però non è ben chiaro cosa si intenda per postura.

La postura è la posizione che il nostro corpo assume nello spazio.

La postura non è una caratteristica predefinita e stabile, al contrario è legata ad un continuo adattamento del nostro corpo al carico da gestire (forza di gravità), alle componenti muscolo-scheletriche, ed a tutti gli “stressors” interni ed esterni che interagiscono con il nostro organismo o la nostra psiche.

La postura è quindi una condizione adattativa e compensatoria delle diverse influenze che riceviamo. La postura, o meglio l’atteggiamento posturale del nostro corpo è garantito da un complesso sistema neurologico (sistema nervoso centrale e periferico), che viene definito sistema posturale. Tale sistema ha il complesso compito di gestire la posizione delle strutture muscolo-scheletriche per garantire la migliore distribuzione delle forze e dei carichi durante ogni attività che viene svolta.

Essendo la postura una condizione dinamica e di adattamento ai carichi, non esisterà mai una postura del tutto simmetrica o in perfetto equilibrio. Tale condizione non renderebbe il nostro corpo in grado di muoversi. Ciò che avviene nella realtà è la presenza di strategie di compenso posturale (es. una spalla più “alta” dell’altra, un ginocchio più esteso del controlaterale ecc.), che vengono normalmente ed autonomamente messe in atto dall’organismo per garantire la migliore funzionalità possibile. Tali strategie di compenso non rappresentano di per sé un problema o una condizione disfunzionale. Inoltre, nella maggior parte dei casi, le strategie di compenso posturale non sono associate a sintomi quali il dolore.

Quando però il sistema posturale non è più in grado di “smaltire” i carichi a cui è sottoposto, e quindi non ha più modo di attuare strategie di compenso posturale, si andrà incontro ad una condizione di sovraccarico in una o più strutture dell’organismo (es. ginocchio). In questo caso alla condizione di sovraccarico farà seguito una condizione disfunzionale che potrà essere associata a dolore ed evolvere in vere e proprie patologie (es. tendinopatia dell’achilleo).

La componente posturale è estremamente importante per chi fa sport, e soprattutto per chi fa sport ad alto impatto articolare come il Running. Questo perché una condizione posturale alterata e non compensata renderà difficoltosa o impossibile la dissipazione degli impatti a livello muscolo-articolare rendendo più fragile ed esposto il Runner agli infortuni da sovraccarico.

E’ quindi estremamente importante per qualsiasi Runner (dal neofita al professionista) svolgere regolarmente un check-up posturale per poter correggere eventuali asimmetrie o aree in sovraccarico funzionale e migliorare l’efficienza del gesto. Nella sostanza, con questa analisi si avrà la possibilità di migliorare la performance e prevenire la maggior parte degli infortuni da stress (traumi ripetuti) correlati alla corsa.

 

Dott. Mattia Roppolo, Osteopata Chinesiologo e Prep. Atletico