RUNCARD

Herbalife nutrition per il dopo gara



Come si affronta un post gara, sia dal punto di vista fisico sia dal punto di vista dell’integrazione alimentare.

Spesso si pensa che una volta terminata la gara, quindi la prestazione, non sia necessario adottare alcun accorgimento, abbandonando il nostro corpo a gestire da solo il recupero. Le cose non stanno per niente così ed un grosso grazie lo dobbiamo anche ad aziende come HERBALIFE NUTRITION che si sono dedicate quasi esclusivamente allo sviluppo di integratori rivolti anche al momento del post esercizio.

Iniziamo da quelle che sono le azioni che coinvolgono direttamente il nostro corpo: una volta terminata la competizione, sarebbe necessario fare in modo che l’eventuale acido lattico accumulatosi nei nostri muscoli venisse smaltito nel più breve tempo possibile, in modo da poter restituire ai muscoli stessi la capacità di contrarsi e decontrarsi in maniera ottimale; per fare ciò la miglior cosa sarebbe avere a disposizione una cyclette, meglio se recline, su cui poter pedalare per almeno 15/20’ con una blanda resistenza che costringa i muscoli a lavorare favorendo però quei meccanismi di contrazione/decontrazione che possono permettere al muscolo di riossigenarsi e di smaltire i prodotti derivanti da eventuale eccesso di contrazioni anaerobiche lattacide ripetute (acido lattico), cioè eseguite in assenza di ossigeno e di durata superiore ai 2/5”; in mancanza di una cyclette, si potrebbe anche camminare in piano o in leggerissima salita (per stimolare maggiormente la pompa del piede), sempre per un tempo non inferiore ai 10’.

Personalmente sconsiglierei gli esercizi di stretching statico in quanto l’eccessivo stiramento di un muscolo provoca un ridotto accesso di ossigeno, specie se tenuto per un tempo prolungato.

Si potrebbe adottare una tecnica particolare cosiddetta “a spugna”, vale a dire eseguire un allungamento del muscolo per 3/4” e immediatamente rilasciarlo in modo che lo stesso si comporti esattamente come una spugna immersa in un liquido; infatti questa decontrazione preceduta da un allungamento favorisce un maggior afflusso di sangue al muscolo stesso.

Un altro accorgimento da utilizzare sempre nella fase dell’immediato post gara, è quello di immergere la parte inferiore del corpo (almeno fino a ricoprire i glutei, in vasche di acqua calda (prima ) e acqua fredda (dopo) ed eseguire questa ginnastica vasale alternata per almeno 8’ in modo da favorire una vasodilatazione (con il caldo), seguita da una vasocostrizione (con il freddo) sempre per agevolare un più rapido passaggio del sangue che dovrebbe contenere le sostanze necessarie a far sì che i muscoli possano ristabilire le loro componenti sia proteiche, ma soprattutto zuccherine, necessarie al loro normale funzionamento.

Da qui capiamo quanto sia importante una efficace integrazione post gara da eseguire con tempistiche ed azioni ben distinte tra di loro e con sostanze mirate a seconda dello sforzo che abbiamo affrontato. La linea sportiva HERBALIFE 24, riesce a coprire tutte le esigenze di un atleta nella fase post gara, sia che si tratti di una gara a prevalenza anaerobica lattacida, sia di una gara a prevalenza aerobica.

In entrambi i casi la prima cosa da fare è reintegrare i liquidi persi, specie se lo sforzo è stato molto lungo. In quest’ultimo caso meglio utilizzare bevande elettrolitiche come HYDRATE che oltre a favorire l’assorbimento dei liquidi, apportano anche la Vitamina C che aiuta a ridurre stanchezza e affaticamento.

Dopo l’attività è molto importante inserire shake completi di carboidrati e proteine. È bene scegliere carboidrati a rapido assorbimento, quindi semplici, perché facilitano il ripristino di glicogeno all’interno dei muscoli, inserendo sempre una quota di proteine e modulandone la quantità in base alla durata e all’intensità dello sforzo.
Quindi, considerati i parametri di durata e intensità dell’esercizio fisico effettuato, è possibile optare per due diversi prodotti: il REBUILD STRENGTH con 25g di proteine e 18g di carboidrati per porzione, ha un apporto elevato di proteine, ed è quindi ideale dopo le attività ad alta intensità e breve durata mentre il REBUILD ENDURANCE con 10g di proteine e 36g di carboidrati per porzione, si adatta molto bene alle esigenze di atleti che si cimentano su distanze più lunghe e hanno quindi necessità

Quindi come possiamo vedere, gestire una fase di recupero post gara, risulta piuttosto complesso e necessita di accorgimenti che vanno ben oltre il semplice riposo; senza contare poi che è importante anche il giorno seguente, eseguendo una serie di esercitazioni muscolari con ausilio di macchine isotoniche per favorire quello che in gergo viene definito un “lavaggio muscolare”, cioè una ripresa dell’attività muscolare contro una lieve resistenza per favorire ancora di più l’eliminazione di eventuali scorie e il ripristino di livelli di glicogeno, proteine ed altre sostanze che vanno a riparare i danni tessutali verificatisi con le contrazioni durante la gara.

In conclusione, possiamo capire quanto importanti siano non solo le azioni di defaticamento a cui sottoponiamo in nostro corpo ma altresì l’integrazione post gara attraverso l’utilizzo di  integratori di aziende, come Herbalife Nutrition, che mettono al primo posto la qualità delle materie prime e la continua ricerca per lo sviluppo dei propri integratori.

Franco Ferrini