RUNCARD

Durante le feste: allenarsi o mangiare?



Il periodo delle feste Natalizie è il più ricco in assoluto. Per nutrizione, per numero di festività e di giorni di pausa, per chi può permetterseli. Il rischio è trascurare un po’ la sana alimentazione e l’allenamento, per lasciarsi andare al palato e alla TV.

Il corpo di un atleta, allenato e nutrito adeguatamente, è estremamente reattivo, soprattutto metabolicamente. Questo è sicuramente un vantaggio, ma ci sono anche lati oscuri. Riesce a bruciare velocemente carichi nutritivi importanti, ma riesce anche a immagazzinarli altrettanto velocemente. Ecco perché un atleta rischia di risentire, più di un sedentario, uno squilibrio nutritivo improvviso e ne risentirà durante l’allenamento.

Innanzitutto, il mancato allenamento in un individuo abituato ad allenarsi con determinate frequenze, ma anche nei “beginners”, è in grado di causare rapidamente una perdita di glicogeno muscolare. Questa perdita sarà proporzionale alla percentuale di  massa magra stessa. L’atleta avrà la percezione di avere una massa magra leggermente ridotta e sentirà maggiormente fatica, una volta ripresi gli allenamenti. Ma questo non sarà dovuto alla perdita di massa muscolare proteica, bensì alla riduzione dello stock energetico e la conseguente idratazione. Pertanto i primi allenamenti dopo uno stop anche di sole 2 settimane, saranno necessariamente più blandi. Questo per dare tempo al muscolo di riprendersi il glicogeno perso e non costringerlo a usare proteine come fonte energetica.

L’alimentazione, regolare e non troppo sbilanciata, può comunque equilibrare questo processo.

Pertanto i consigli sono i seguenti:

Dott.ssa Faè Damiana Antonia

 

BUON NATALE E BUONE FESTE A TUTTI DA SOCIAL SPORTS!