RUNCARD

Correre col caldo si può, ma rispettate queste regole



L’impatto del caldo

Sia che siate in vacanza o casa, rispettiate l’impatto del clima sul vostro corpo e sulle prestazioni sportive.Siate coscienti del fatto che non dovete aspettarvi prestazioni analoghe a quelle di qualche mese fa, quando la temperatura era tutt’altra.

Il fisico lavora di più per mantenere una temperatura accettabile, e con fattori addizionali come un aumento dell’umidità esterna, il lavoro si fa decisamente più duro.

Adattate la vostra corsa al luogo

Siate flessibili con il vostro programma di allenamenti.

Ascoltate il vostro corpo, ed evitate situazioni che non siano di buon senso.

Cercate una strada meno assolata, copritevi la testa, indossate tessuti tecnici traspiranti e non disdegnate la crema solare.

E un altro utile consiglio: se mettete della vasellina sulle sopracciglia eviterete il fastidioso colare del sudore sugli occhi.

Non scordatevi mai di bere

Idratatevi molto bene, specialmente prima di affrontare una corsa quando fa caldo.

A seconda della durata della corsa, valutate se portare con voi una bottiglietta.

Alla fine della corsa un tuffo, con attenzione, in mare o piscina vi aiuterà a ritornare a temperature normali.

Adattatevi al luogo

Bisogna acclimatarsi, in tutti i sensi.

Se vi recate da qualche parte dove è più caldo che a casa vostra, prendete in considerazione l’idea di far passare un paio di giorni prima di impegnare il vostro fisico.

Sembra un’ovvietà, ma il fisico deve prendere confidenza con l’ambiente circostante.

No sensi di colpa

Se è vacanza, vuol dire che dovete concedervi un break.

Dunque uno o due giorni di dolce far niente non è tempo rubato all’allenamento, ma un toccasana per il vostro corpo, che deve ricaricare le batterie