RUNCARD

Aqua jogging, correre nell’acqua alta per recuperare da un infortunio o per diversificare l’allenamento



La corsa in acqua, conosciuta anche come aqua jogging, è un ottimo allenamento trasversale per i corridori e un ottimo modo per affrontare e prevenire gli infortuni. Se si sta superando un infortunio, l’acqua alta può consentire di recuperare senza perdere la forma fisica.

La corsa in acque profonde è relativamente vicina alla corsa reale in termini di domanda cardiovascolare a intensità da facili a moderate. Ci si può aspettare di mantenere la propria forma fisica per quattro o sei settimane correndo in acqua durante il recupero dell’infortunio.
L’obiettivo è quello di correre in acqua abbastanza profonda da non poter toccare il fondo della piscina. Se ci si sta riprendendo da un infortunio, questa forma di esercizio fisico consente di utilizzare la stessa gamma di muscoli e fa le stesse esigenze cardiovascolari che il regolare funzionamento richiede, senza il rischio di lesioni.

Poiché l’acqua crea più resistenza dell’aria, è più difficile muoversi in acqua di quanto non lo sia quando si corre sulla terraferma. Si evita anche di mettere pressione alle articolazioni, e si fa una grande attività di cross-training nei giorni di recupero.
Immersi nell’acqua si ha resistenza su tutti i lati. Questo costringe i muscoli opposti a lavorare allo stesso modo. Come si muovono le braccia e le gambe contro la resistenza dell’acqua, si otterrà un grande allenamento cardiovascolare e di allenamento di forza.

La corsa in acque profonde richiede un po’ di pratica, ma se lo si mantiene e si lavora sulla forma, diventerà più facile e divertente, soprattutto nei giorni caldi in cui si può correre al fresco.
Gli allenamenti in acqua sono spesso utilizzati per mantenere la forma fisica e per aiutare il recupero dopo un infortunio. La libertà di movimento, la resistenza del corpo e la mancanza di stress per le articolazioni e le ossa permettono di allenarsi comodamente senza rischiare ulteriori lesioni
Poiché non c’è alcun impatto, un atleta infortunato può allenarsi in acqua e rimanere in forma mentre gli infortuni guariscono.
Un atleta non ferito può usare l’acqua corrente come metodo di allenamento incrociato, esercitando i muscoli in un modo diverso dal correre sulla terraferma. Q
Per fare una corsa nell’acqua alta, avrete bisogno di un giubbotto di galleggiamento o di una cintura. La forma più popolare di dispositivi per l’allenamento in acqua tra i corridori è l’AquaJogger. Realizzato in schiuma EVA, sembra una cintura che si lega intorno alla vita. L’obiettivo è quello di mantenere il vostro corpo a galla, consentendovi di eseguire un movimento di corsa senza stress per il corpo.
L’aggiunta di ulteriori dispositivi idro, come calze, manubri, manubri, pagaie e guanti, consente di variare lo sforzo e l’intensità.

Indossare un dispositivo di galleggiamento o una cintura vi aiuterà a continuare a praticare la vostra normale biomeccanica in funzione. Se non ne indossi uno, dovrai sollevare le ginocchia molto in alto e avere una rapida inversione di passo per rimanere a galla.
Ecco alcuni suggerimenti per iniziare:

Inizia con un riscaldamento, proprio come qualsiasi altra corsa. Entra in acqua e nuota per 2-3 minuti per riscaldare il tuo corpo.
In acque profonde, dove i piedi non possono toccare il fondo, simula la corsa con il tuo dispositivo di galleggiamento indossato come indicato.

Non inclinarsi troppo in avanti o ingobbiare. Cerca di mantenere il tuo corpo dritto in acqua. Mantenere le spalle indietro e la testa e gli occhi guardando l’orizzonte.
Per ottenere il massimo dal vostro allenamento, cercate di simulare il vostro normale stile di corsa il più possibile. Non pagaiare con le mani. Si consiglia di tenere il pugno vagamente chiuso e lasciare che le gambe si muovano in avanti. Puoi muovere le braccia più in alto e più velocemente per intensificare l’allenamento.
Per defaticare, togliete il dispositivo di galleggiamento e fate un po’ di nuoto facile per 2-3 minuti.