RUNCARD

6 parole d’ordine per diventare un runner migliore



Che si corra per il proprio benessere, per rincorrere una certa prestazione, o per entrambi i motivi, la ricerca del miglioramento rimane sempre un traguardo cui un runner deve puntare con decisione. E allora, complice anche l’arrivo del nuovo anno con i suoi buoni propositi, ecco le parole d’ordine per riuscire a diventare un corridore migliore.

  1. Equilibrio

L’allenamento deve trovare il giusto spazio nelle nostre giornate. Non troppo, ma nemmeno troppo poco. Riuscire a ritagliarsi del tempo per la corsa è spesso difficile, ma è importante riuscire a trovarle il giusto spazio, tra i diversi impegni lavorativi e famigliari. E se per un giorno non si riesce a correre, non importa, basta non cercare di recuperare esagerando il giorno successivo.

  1. Obiettivi

Fissare degli obiettivi chiari, ambiziosi ma allo stesso tempo raggiungibili, rappresenta il primo passo per poterli conquistare. Che puntiate a una gara di 10 km, a una mezza oppure a una maratona, l’obiettivo deve essere ben delineato, così come la strada da percorrere. Si potrà modificare un po’ l’itinerario durante il percorso, ma sempre guardando nella direzione dell’obiettivo finale.

  1. Prevenzione

Troppo spesso i corridori non dedicano il giusto spazio alla prevenzione degli infortuni. Al contrario, a volte è più utile correre qualche km in meno, ma dedicare tempo alle attività di rafforzamento muscolare e mobilità articolare, che spesso sono determinanti per evitare di incappare in fastidiosi incidenti di percorso, che ci obbligano a rimanere lontani da gare e allenamenti.

  1. Alimentazione

Spesso chi corre non riesce a dare il giusto spazio a una corretta alimentazione che, invece, è un elemento fondamentale per fornire all’organismo tutti i nutrienti necessari garantire l’energia sufficiente per la corsa e per ricostruire rapidamente ciò che l’allenamento è andato a intaccare. Nella sezione “alimentazione” del sito trovate tanti consigli utili: fatene tesoro, la vostra condizione fisica ne trarrà enormi benefici!

  1. Novità

Correre sempre sugli stessi percorsi, con allenamenti fatti e rifatti nel corso degli anni, può diventare noioso oltre che poco produttivo. Ricordate che l’allenamento si basa sulla continua ricerca di stimoli differenti che possano mettere in crisi l’organismo, il quale reagisce adattandosi allo stimolo che gli forniamo. Bisogna solo stare attenti a dosare bene le novità, senza eccedere e lasciando al corpo il giusto tempo per ritrovare il proprio equilibrio.

  1. Divertimento

La corsa dev’essere sempre un divertimento. Certo, un divertimento che a volte può diventare faticoso, ma la fatica dev’essere una giusta compagna che non va mai a intaccare il piacere di mettersi costantemente alla prova, di sfidare i propri limiti oppure, più semplicemente, di stare bene con se stessi. Se vi accorgete di divertirvi meno nel correre, rallentate un po’ la frequenza degli allenamenti, variate i percorsi e le gare, oppure prendetevi un periodo di pausa. Ma non rinunciate mai al piacere di correre, che è la chiave vera per il vostro miglioramento. Buon 2015 a tutti i lettori di Runcard.com!

 

Luca Del Curto