RUNCARD

5 consigli per correre senza fatica



Per chi la scopre, la fatica diventa quasi una tendenza. Un’esperienza che riempie di soddisfazione, da narrare con orgoglio a colleghi e amici. Probabilmente è colpa della sedentarietà e dello stress che si sono ormai impadroniti di noi, e del nostro io che cerca in qualche modo di svincolarsi da quest’ oppressione. La logica conseguenza è di ricercare un’esperienza in grado di portarci al limite, poiché ogni volta che si tenta di inscatolare i propri istinti, la reazione è incontrollata e, quasi sempre, sproporzionata. I nostri nonni scoppierebbero in una fragorosa risata nel pensare che così tante persone si sottopongono di propria volontà a sforzi estremi, i quali in un passato non troppo remoto erano una necessità di vita, piuttosto che una semplice moda, e che spesso hanno lasciato segni indelebili nel fisico dei nostri avi. Proprio per questo motivo, e di conseguenza per rendere meno effimero l’amore per la corsa, vale la pena imparare a considerarla non tanto quanto una sfida epica con se stessi, bensì come un piacevole svago, condito da un pizzico di sana fatica, la quale consente di assaporare meglio l’intera esperienza.

La corsa è un momento per voi stessi

La corsa è un piccolo regalo che ci facciamo, ogni volta che ci infiliamo le scarpe da running. Un ritaglio di tempo, più o meno lungo, solo per noi stessi, lontani dai pensieri della vita di tutti i giorni. Imparare a considerare la corsa in questo modo, e di conseguenza a confrontarsi in modo meno rigido e soprattutto meno stressato con i programmi di allenamento, ci consente di viverla in modo più sereno, ed essere quindi in grado di gustare meglio ogni singolo momento, senza farsi intossicare dalla fatica.

La musica non si dovrebbe ascoltare quando si corre, ma…

I puristi della corsa non concepiscono l’utilizzo degli auricolari con la musica quando si corre, e non si può che dar loro ragione. Tuttavia, ogni regola che si rispetti ha la propria eccezione e, guardando la corsa come un momento da dedicare a se stessi, anche la musica può rappresentare qualcosa da regalarsi quando si corre, magari in giornate dove si ha bisogno di una carica aggiuntiva per vincere la stanchezza e muovere i primi passi. Qualcuno la utilizza, addirittura, per regolare il ritmo dei propri passi, ma questa è un’altra storia, che non deve interessare chi sta cominciando ad appassionarsi al mondo della corsa.

(Ri) Scoprire la bellezza della natura, e non solo

Correre consente di ammirare paesaggi incantevoli da una prospettiva molto particolare, cullati dal ritmo scandito dai propri passi: una possibilità unica che solo la corsa vi può concedere. Quando correte, scegliete un percorso che vi piace particolarmente e tenete sempre un po’ di energia per guardarvi attorno e godervi il panorama, distogliendo per un attimo l’attenzione dai voi stessi; vi accorgerete che il vostro allenamento assumerà un altro significato e tornerete a casa più soddisfatti e appagati!

Dedicare qualche minuto alla tecnica

Correre bene aiuta a sentire meno la fatica. Dedicate qualche minuto per ogni seduta agli esercizi per migliorare la tecnica, e prestate attenzione alle sensazioni descritte nell’articolo dedicato alla tecnica di corsa. Vi accorgerete che, in poco tempo, la vostra corsa diventerà più efficace e, a parità di velocità, farete meno fatica e vi gusterete meglio le vostre uscite.

Usare la giusta progressione

Non è mai giusto esagerare con la corsa. Quando cominciate a correre cercate di seguire la giusta progressione e, anche quando avrete acquisito la giusta esperienza, in allenamento non chiedete mai troppo al vostro corpo: lo sforzo sarebbe eccessivo e, oltre a divertirvi meno, l’allenamento non risulterebbe nemmeno produttivo, perché non potreste concedere all’organismo i giusti tempi di recupero.